Pochi giorni fa è stata presentata a Roma la “Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori”, un decalogo dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, nato “dalla necessità di far emergere i diritti dei minorenni, in particolare di quelli che vivono la separazione dei propri genitori. Diritti che affondano le radici nei principi della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Si tratta del diritto all’ascolto e alla partecipazione, del diritto a preservare le relazioni familiari, a non essere separati dai genitori contro la propria volontà, a meno che la separazione non sia necessaria nell’interesse preminente del minorenne”. L’iniziativa, nata da riflessioni maturate nello scorso anno ed elaborate da una commissione di 16 esperti del campo giuridico, sociale, psicologico e pedagogico, promuove la centralità dei figli proprio nel momento della crisi della coppia stabilendo 10 diritti a tutela e protezione dei bambini e dei ragazzi coinvolti nell’esperienza della separazione:

 

1 – I figli hanno il diritto di continuare ad amare ed essere amati da entrambi i genitori e di mantenere i loro affetti

2 – I figli hanno il diritto di continuare ad essere figli e di vivere la loro età

3 – I figli hanno il diritto di essere informati e aiutati a comprendere la separazione dei genitori

4 – I figli hanno il diritto di essere ascoltati e di esprimere i loro sentimenti

5 – I figli hanno il diritto di non subire pressioni da parte dei genitori e dei parenti

6 – I figli hanno il diritto che le scelte che li riguardano siano condivise da entrambi i genitori

7 – I figli hanno il diritto di non essere coinvolti nei conflitti tra genitori

8 – I figli hanno il diritto al rispetto dei loro tempi

9 – I figli hanno il diritto di essere preservati dalle questioni economiche

10 – I figli hanno il diritto di ricevere spiegazioni sulle decisioni che li riguardano

 

Tutti i dettagli della carta sono consultabili attraverso il sito ufficiale dell’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza cliccando questo link.