L’autunno alle porte lascia una estate di innumerevoli e gravi episodi di violenza che hanno riempito di cronaca le pagine dei giornali, telegiornali e dibattiti in televisione. Nonostante i provvedimenti legislativi e le iniziative a tutela delle donne sembra non arrestarsi questa ondata di femminicidio. Lo stesso Presidente del Senato Grasso, in una recente intervista ha chiesto pubblicamente “scusa” facendosi portavoce di tutti gli uomini: “E’ un problema che parte da noi uomini e solo noi uomini possiamo porvi rimedio.” Anche la Presidente della Camera risponde preoccupata lanciando un appello alle forze politiche affinchè si approvi un provvedimento che aumenti la protezione e le tutele per le vittime e migliori l’efficacia delle misure interdittive contro i violenti.

Ancora una volta però c’è chi non perde tempo in parole (tante volte di circostanza e che hanno bisogno di tempi burocratici lunghi) e sviluppa, grazie alla tecnologia, delle app molto utili con lo scopo di mettere a disposizione degli strumenti di pronto intervento per evitare potenziali pericoli.

Di seguito segnaliamo le migliori app GRATUITE per la sicurezza delle donne:

SIAMO SICURE – Un’ottima app gratuita che offre soluzioni semplici e veloci di self help e,  allo stesso tempo, un decalogo legato a comportamenti e atteggiamenti utili da tenere.

BSAFE – App che traccia il proprio movimento consentendo con una funzione timer di allertare gli amici e parenti se non si è rientrati. Tra le funzioni anche la simulazione di chiamata in entrata per allontanarsi da individui sospetti.

WHERE ARE U – Un app che consente immediatamente l’attivazione del pronto intervento 112 consentendo la localizzazione del richiedente ed altre utilità come mutare il telefono (nel caso non si possa parlare) e richiedere lo stesso l’intervento dell’operatore tramite interfaccia oltre ad inviare il proprio profilo personale senza dire una parola. L’app attualmente è utilizzabile in Lombardia, provincia di Roma, Liguria, Friuli, provincia di Trento, Catania, Caltagirone, Siracusa e Ragusa.

SHAW – App informativa in grado di visualizzare una lista di centri antiviolenza per regione, le principali informazioni legali, ed i numeri d’emergenza da poter contattare.

Segnaliamo anche l’App attualmente più completa anche se a pagamento: SECUREWOMAN
in grado di accompagnare l’utente in tutte quelle circostanze che generano ansia o preoccupazione, proteggendolo in situazioni potenzialmente a rischio. Collega lo smartphone ad un Centrale Operativa, attiva H24, 7/7 in due lingue (italiano ed inglese) in grado di interfacciarsi se necessario a Forze dell’Ordine e di Primo Soccorso. Utile anche la funzione “outdoor”: strappando il cavetto delle cuffie si attiva il pronto intervento.